lunedì 28 settembre 2015

Merendine al cacao con cuore di cocco


Sono cominciate le scuole e, siccome siamo delle brave mamme (per non dire anche brave pasticcere!) e vogliamo far mangiare sano ai nostri pargoli, le merendine preferiamo prepararcele da noi. Giusto?
Con questi dolcetti vedrete che farete felici anche i vostri di pargoli, soprattutto se amano il cioccolato e il cocco messi insieme!!! Ma vanno bene anche per la merenda delle 4, anche se bisogna puntualizzare che ogni occasione è buona per farne fuori uno o due, da quanto sono golosi...


La merenda a scuola è sempre stato un momento di puro piacere, sia perché si stacca un po' dalle lezioni, ma soprattutto perché si mette qualcosa nella pancia che ti tira su e ti aiuta ad arrivare all'ora di pranzo. Trovatemi un bimbo o bimba che non ami la merenda e non veda l'ora che la campanella suoni per indicare l'intervallo!!! E poi, mettete il piacere di trovare nello zaino un dolcetto fatto dalla mamma: molto più buono di quello confezionato ed in più l'invidia che suscita nei compagni è impagabile!!


Come tutti i bambini/ragazzi di una volta e di adesso, anch'io adoravo la ricreazione...
I miei ricordi, però, si soffermano in un giorno alle medie; devo essere stata in terza media, siamo tutti fuori in corridoio a gustarci la nostra merendina o a ridere e scherzare, io con la mia amica del cuore, lì in un angolo, tutte e due timide, io più di lei sicuramente...
Ed ecco che si avvicina il ragazzino che mi piace, ma che non mi ha mai degnata di uno sguardo... mi viene vicino e mi domanda un pezzo della mia brioche... sorpresa, gliela porgo e lui ne stacca un pezzo, poi ringrazia e ritorna dai suoi amici...
Sbigottimento totale tra me e la mia amica!!!
Non è possibile!!! Lui, proprio lui, mi ha chiesto un pezzo della mia merenda!!!
Al che, facciamo varie congetture, la prima di tutte è che abbia sbagliato persona e magari era troppo tardi per tornare indietro, non può essere che ha domandato un pezzo di merenda proprio a me!!!
Altre ipotesi: aveva talmente tanta fame che non ha guardato a chi chiedeva un pezzo di cibo... o gli faceva gola proprio la merendina che mi stavo sbafando io!!!
Nei giorni e settimane successivi speravo che si sbagliasse ancora o sua mamma non gli desse da mangiare così che avesse una fame infame (bel gioco di parole!!) e venisse ancora da me a chiedermi se dividevo la mia merenda con lui... ma niente!!! Le mie speranze si persero nei sogni di un'adolescente timidissima che non aveva certo il coraggio di andare da lui ed offrire un pezzo di brioche o un cracker...
Così sono rimasta con il dubbio del motivo di quella strana richiesta, chissà cosa avrà voluto dirmi, che significato avesse mai avuto (se c'era!), se era un messaggio subliminale inviato da un ragazzo anch'esso timido o semplice fame orba!!!
Credo che non lo saprò mai, ma il dolce ricordo di lui che si avvicina a me e mi rivolge la parola lo porterò sempre in un piccolo angolo del mio cuore, dove c'è ancora quella ragazzina adolescente e timida che non ha il coraggio di parlare...


La ricetta l'ho trovata qui un giorno che ero alla ricerca di come smaltire un po' di farina di cocco che stazionava in dispensa e ringrazio vivamente la sua autrice per averci regalato queste piccole e golosissime bontà!

Ingredienti:
~ 200 gr di farina
~ 120 gr di burro morbido
~ 1 uovo
~ 100 gr di zucchero a velo
~ 1 cucchiaino di lievito
~ 3 cucchiai di cacao amaro
~ 1 cucchiaio di cacao dolce (originale, 4 cucchiai di cacao amaro!)

Per il cuore di cocco:
~ 1 albume
~ 70 gr di farina di cocco
~ 50 gr di zucchero semolato
~ 3 cucchiai di latte

Per decorare:
~ cioccolato fondente


Preparare la parte al cacao: in una ciotola, unire il burro morbido, lo zucchero a velo, il cacao e l'uovo ed impastare con la mano o con un cucchiaio. Aggiungere la farina miscelata con il lievito e continuare ad impastare fino ad ottenere un composto compatto e morbido; se dovesse risultare appiccicoso, aggiungere ancora un pochino di farina per renderlo asciutto. Farlo riposare per circa 10 minuti; io ho dovuto aggiungere altri 2 cucchiaini di farina e poi ho messo l'impasto a riposare in frigo.

Nel frattempo, preparare il ripieno: riunire tutti gli ingredienti in un'altra ciotola ed amalgamare con la frusta a mano o con un cucchiaio. Con le mani umide, formare delle palline grandi quanto una noce, depositandole man mano su un foglio di carta da forno.

Riprendere l'impasto al cacao e formare altrettante palline grandi circa come una palla da tennis; ad esempio, io ho ottenuto 10 palline al cocco, quindi ho suddiviso l'impasto scuro in 10 palle al cacao.
In questo modo, si ottengono le merendine tutte della stessa grandezza, ma se vogliamo essere precisine, si può anche pesare l'impasto scuro e suddividerlo in parti uguali!
Appiattire una palla al cacao, mettere al centro una pallina al cocco e, con le dita, richiudere bene l'impasto al cacao, cercando di coprire completamente la parte al cocco. Confezionare così tutte le merendine, mettendole man mano sulla placca del forno coperta con carta da forno.
Infornare nel forno preriscaldato a 175° per circa 15-20 minuti.

Quando le merendine sono cotte, sciogliere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde e decorare la superficie.
Nota: se le merendine vengono messe in un sacchetto per essere portate a scuola, direi che si potrebbe evitare di decorarle con il cioccolato fuso altrimenti il nostro pargolo potrebbe impiastricciarsi tutto, soprattutto se è piccolino... ;-)


Golosissime, con un gusto ben bilanciato tra cioccolato e cocco!!
Io le ho preparate al mattino e la sera erano già sparite!!!



Per la gioia di tutti, grandi e piccini!!




Con questa ricetta vorrei partecipare al contest di Ricami di pastafrolla: Il tuo piatto rock



Emanuela chiede, per il suo contest, di abbinare ad un piatto una canzone che ci sta a cuore; quella che ho scelto per queste merendine è "Piccolo amore" dei Ricchi e Poveri perché questa band ha accompagnato la mia adolescenza e questa canzone è dolce e romantica, come se fosse scritta per un piccolo amore adolescenziale.
Quante estati passate ad ascoltare a tutto volume il mangiadischi, in cortile, sotto il ciliegio, in compagnia delle mie amichette... e nella collezione di dischi non potevano mancare quelli dei Ricchi e Poveri, una band che negli anni '70 e '80 spopolava con queste canzoncine orecchiabili, a cui mi sono affezionata e che ogni volta mi riportano sempre indietro nel tempo, meglio di una macchina del tempo!!

Per chi è così giovane che non sa cos'è un mangiadischi e per gli amanti del vintage o i nostalgici come me, questo è quello che avevo io:
Foto presa dal web

Ed ora, ascoltiamo "Piccolo amore" dei Ricchi e Poveri...


14 commenti:

  1. le merendine sono sicuramente buone ma il tuo racconto mi ha tenuta incollata al pc per un pò quando ho finito di leggere,o meglio dopo un pò che avevo finito di leggere mi sono quasi svegliata dal ricordo forse di quando anche io ero ragazza,grazie cara per tutto ricetta e ricordo,buon lunedì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te e buon inizio di settimana.
      un abbraccio.

      Elimina
  2. che bella ricetta, sono ancora piu' buone quando sono legate a dei cari ricordi come il tuo!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  3. Ciao cara, prelevo immadiatamente la tua ricetta, che tra l'altro userò anche io! Bellissima la canzone. Grazie, a presto, Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te per l'opportunità.
      sono contenta che ti piaccia tutto ;-)
      buona settimana.

      Elimina
  4. Wooow... che deliziosi, ne mangerei molto volentieri un paio per la merenda !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. te li passo, allunga la mano... ;-)
      bacioni.

      Elimina
  5. Grazie x aver condiviso questo pezzo della tua vita..certo l'atteggiamento di quel ragazzo è stato proprio strano ma ti ha fatta sognare e a quell'età è bello poter vivere nella propria immaginazione senza doversi per forza sentire fuori luogo!
    Golosissima la ricetta, l'avevo vista su FB e non ho resistito a venirmela a godere per intero ^_^
    Buon inizio settimana cara <3

    RispondiElimina
  6. Hai ragione, sono i dolci sogni che rimangono...
    sono contenta che ti piacciano queste merendine, ti assicuro che sono gradite anche dai grandi, parola di mio marito!! ;-)
    bacioni e buona serata.

    RispondiElimina
  7. I ricordi legati alla nostra adolescenza acquistano, con il passare del tempo una dimensione quasi magica e da sogno..non potremmo mai dimenticarli...sono indelebili...
    queste merendine sono favolose a dir poco, golosissime , sicuramente di una bontà e di una goduria unica, da provare assolutamente:))bravissima come sempre, ti faccio i miei migliori complimenti:))
    Un bacione e buona settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti, rimane molta dolcezza, come in questo caso...
      grazie a te per aver gradito e buona giornata.

      Elimina
  8. Ecco le incriminate.....troppo golose.....io avevo il giradischi giallo e mio fratello arancione.....quanto ne ero gelosa.....in bocca al lupo per il contest cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bei ricordi, le canzoni con quel fruscio tipico del giradischi...
      grazie mille e buona giornata.

      Elimina

I COMMENTI ANONIMI, VOLGARI E MALEDUCATI NON VERRANNO PUBBLICATI !!
A causa di molti spam è attiva la moderazione dei commenti!
I commenti spam o con pubblicità di qualsiasi genere con link attivi e/o inattivi non verranno pubblicati!