giovedì 27 dicembre 2012

Torta con farina di mais e spremuta d'arancia


Questa torta arriva direttamente dal Brasile e il suo nome originale è "Bolo de Fubà com suco de laranja".
Ormai avrete già capito che da quando ho provato la farina di mais nei dolci, ogni tanto mi diletto ad usarla. So anche che in Brasile questa torta è molto usata, sia perchè è preparata con ingredienti poveri, sia perchè è veramente molto buona!
Avevo voglia di un dolcetto diverso ma gustoso, così ho pensato bene di chiedere qualche ricettina ad una brasiliana verace, cioè alla moglie di mio nipote! Chi meglio di lei poteva darmi una ricetta con queste caratteristiche? E poi, è stata così gentile da fornirmi anche delle nozioni su questo tipo di dolce, io le trovo veramente interessanti.
Questo è quello che mi ha scritto nella mail:

In Brasile per le “festas juninas” (feste tradizionali del mese di giugno conosciute come: festa di São João e festa di São Pedro e São Paulo) hanno come comune denominatore le folcloristiche danze della “quadrilha”. Balli tradizionali di origine Europea importate in Brasile nel periodo delle colonizzazioni e che rievocano in modo ironico le realtà contadine su cui si è fondata anche l'evoluzione socio-economica del Brasile. Danze in costume d'epoca che si svolgono in coppia e di gruppo intorno alla “fogueira” (fuoco). Annualmente queste manifestazioni rievocano l'ambiente rurale in festa in termini di vestiario, culinaria e musiche. In questa occasione si mangiano ogni sorta pietanze contadine, povere, semplici, ma molto ricche nutrizionalmente, come nel caso del “bolo de fubá” (torta di mais) e del “bolo de cenoura” (torta di carote) ricoperta di cioccolato.

E a seguire 4 ricette di dolci:
Bolo de cenoura – Torta di carote ricoperta al cioccolato
Bolo de fubá – Torta di mais
Bolo de fubá cremosa - Torta cremosa con la farina di mais
Bolo de fubá com suco de laranja - Torta con farina di mais e spremuta d arancio

Come prima ricetta, ho scelto appunto la torta con farina di mais e spremuta d'arancia perchè, essendo questo il periodo delle arance, mi attirava molto di più; ma penso proprio che un po' alla volta preparerò anche le altre...

La crema che vedete in superficie, invece, è una mia idea, preparata sempre con il succo d'arancia, giusto per valorizzare il tutto. Ovviamente, potete anche ometterla e spolverizzare il dolce con lo zucchero a velo, ma secondo me gli dà un tocco in più, una nota leggermente acidula ma dolce che si sposa perfettamente con il tutto.

La ricetta originale dà le dosi in bicchieri, io ve la riporto così come mi è stata data, ma a fianco trovate le corrispondenze in grammi (ho pesato i vari ingredienti con un mio bicchiere), ma valutate voi se usare il bicchiere come misurino o pesare gli ingredienti.
La torta che si ottiene ha una consistenza leggermente umida, ma "grezza" ed è veramente ottima per una super merenda o una sana colazione!
Prima di lasciarvi alla ricetta, voglio ringraziare pubblicamente la moglie di mio nipote per queste delizie: grazie, Rachele! E un bacio al piccolo :-*

Ingredienti:
- 4 uova
- 1 bicchiere di olio di mais (120 ml)
- 1 bicchiere di spremuta d'arancia (200 ml)
- 1 bicchiere di farina di mais (150 gr)
- 2 bicchieri di farina (250 gr)
- 2 bicchieri di zucchero (io ho messo 1 bicchiere, 200 gr)
- 1 cucchiaio di lievito (1 bustina di lievito)

Per la crema all'arancia:
- 200 ml di spremuta d'arancia
- 3 cucchiai di zucchero
- 1 cucchiaio colmo di maizena (amido di mais)


Sbattere le uova con lo zucchero, poi unire a filo il succo d'arancia e l'olio. Aggiungere le farine, mescolando delicatamente con una spatola, poi per ultimo il lievito.
Versare l'impasto in una teglia oliata e infarinata o coperta con carta da forno (come nel mio caso) ed infornare a 180° per circa 30 minuti, o finchè la superficie diventa dorata. Fare la prova stecchino.


Preparare la crema di copertura.
Mettere in un pentolino lo zucchero con la maizena e versare un pochino di spremuta (foto 1); mescolare con un cucchiaio per far sciogliere lo zucchero ed eventuali grumi (foto 2), poi aggiungere a filo il resto della spremuta, continuando a mescolare (foto 3).
Portare il pentolino sul fuoco a fiamma medio-bassa e fare cuocere, mescolando con il cucchiaio, finchè la crema comincia a bollire e si ispessisce (foto 4 e 5). 
Non preoccuparsi se prima della bollitura sembra che compaiano dei grumi più chiari, abbassare un po' il fuoco e continuare a mescolare: in pochi secondi il composto comincerà a prendere una consistenza tipo gelatina e a schiarirsi, vuol dire che la crema è quasi pronta, questione di un minuto al massimo. L'importante è mescolare in continuazione per evitare che si attacchi al fondo del pentolino!


Una volta sfornata la torta, trasferirla su una gratella per farla raffreddare, poi metterla su un piatto da portata e spalmare sulla superficie la crema ancora calda.
Aspettare che questa sia ben fredda prima di tagliare e servire.


Ed ecco le foto della fetta:


Note personali:
- un bicchiere di zucchero a me corrispondevano 200 gr, così ho deciso di metterne uno anzichè due; secondo me, la dolcezza della torta non era troppo marcata, ma se voi la volete più dolce, penso che si possa aumentare la dose fino a 300 gr, di più mi sembra troppo, ma vedete voi in base ai vostri gusti.
- per un gusto d'arancio più deciso, si può mettere anche la buccia grattugiata di una o due arance, in base ai propri gusti.
- per i più golosi, si può aggiungere gocce di cioccolato nell'impasto o fare sciogliere un pochino di cioccolato fondente nella crema (io direi 50 gr, non di più)... o tutte e due!

Nonostante la mia voglia di "personalizzare" la ricetta, magari aggiungendo queste cose, ho preferito attenermi all'originale e non me ne sono pentita per niente!
Spero che piaccia anche a voi e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf


Con questa ricetta vorrei partecipare al contest del Molino Chiavazza: Mani in pasta - dolce mais

11 commenti:

  1. Complimentoni Stefy!!
    E una meraviglia questa torta!!
    Ho della farina di mais da consumare e voglio proprio provarla!!
    Un bacione grande e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie, carissima!
      aspetto la tua opinione, eh!
      bacioni anche a te.
      Stefy

      Elimina
  2. Stefania cara!
    Questa torta mi ispira proprio tanto!Ho iniziato da poco ad usare la farina di mais nei dolci ed è stato un colpo di fulmine!Questa la copio e appena mi passa l'indigestione post-natalizia la provo!
    Intanto ti abbraccio forte!
    baci
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so, è stato anche per me un colpo di fulmine!
      adesso ogni tanto mi piace fare dolci o biscotti con la fioretto, non avrei mai immaginato di innamorarmene...
      auguri per "l'indigestione" e un abbraccio forte anche a te.
      Stefy

      Elimina
  3. Complimenti Stefania!! questa tortina ha una faccina mooooolto gustosa. inoltre l'aggiunta di nozioni culturali sulla provenienza di questo dolce ne fa una ricetta completa!!!
    ne approfitto per darti buon anno
    Sara

    RispondiElimina
  4. @ TheSweetColours: grazie.

    @ Sara: grazie mille e buon anno anche a te.

    Un abbraccio a tutte.
    Stefania

    RispondiElimina
  5. Bhe' Stefania, che dirti, io adoro conoscere ricette straniere e questa fa proprio al caso mio! La farina di mais la adoro, l'arancia non ne parliamo...per me, e' promossa a pieni voti!

    Buon 2013 <3 <3
    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie carissima Giulia.
      un sereno e felice 2013 a te e famiglia.
      Un abbraccio forte.
      Stefy

      Elimina
  6. Ciao piacere di conoscerti, passa a trovarmi. A presto.

    RispondiElimina
  7. niente male questa torta!!
    proverò senz'altro.. anche in versione cioccolatosa come da tue indicazioni.. :)

    RispondiElimina

I COMMENTI ANONIMI, VOLGARI E MALEDUCATI NON VERRANNO PUBBLICATI !!
A causa di molti spam è attiva la moderazione dei commenti!
I commenti spam o con pubblicità di qualsiasi genere con link attivi e/o inattivi non verranno pubblicati!